Sogni noiosi

Sogno strano. C’eravamo io e altri tre tizi seduti a un tavolo con dei giornali. Di fronte a noi c’erano due giornalisti, uno uomo e una donna. Si trattava di una conferenza a partecipazione ristretta, l’uomo faceva domande alla donna (che scriveva per un giornale vicino a Berlusconi) sull’attualità. Era previsto che io e i miei compagni facessimo domande (i giornali sul tavolo erano lì evidentemente per offrirci spunti). Io ero un po’ intimidito, gli altri invece ne facevano parecchie. A un certo punto mi è venuta in mente una domanda che avrei potuto fare, e che giudicai sufficientemente interessante (ripensandoci adesso mi cascano le palle: una domanda sul rapporto tra Berlusconi e Lega), e ho cercato di interrompere la giornalista. Lei mi zittisce, e io ribatto brillantemente con un battuta su Berlusconi che provoca risate di apprezzamento a entrambi i giornalisti. Il fatto mi riempie di autostima, anche se pure ripensando alla battutta devo dire che era piuttosto triste e scontata.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: