Monadi

Dopo due ore e mezza di viaggio in una Panda modello vecchio, stipata di bagagli e senza aria condizionata, arriviamo in questo piccolo campeggio isolato. D’improvviso una calma irreale, un venticello piacevolissimo tra i filari di alberi e il lago, uno specchio piatto e sereno dell’universo. Non c’è nessuno, solo cinque tedesche sdraiate su amache e sdraio. Alzano lo sguardo dai loro libri,  incuriosite e maliziose, guardano me, ultimo o primo uomo sulla terra, in questo Eden o estremo rifugio dall’Apocalisse.  E penso che se lungo la Cassia la Panda si fosse ribaltata e questo fosse il Paradiso, be’ mi si scusi lo humor nero, ne sarebbe valsa la pena.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: