Autoipnosi

Se la tristezza è l’equivalente emotivo del dolore fisico, se è la scarica con cui il corpo ci punisce per aver fallito l’obiettivo di felicità che ci eravamo posti,  allora è un sentimento inutile. Non mi aiuta a migliorare il tiro la volta successiva, anzi è il rischio del suo realizzarsi che spesso mi fa tremare la mano. Ma se anche invece la tristezza fosse una forma inconsapevole di espressione, un’apatia e un mutismo precodificati per comunicare agli altri la propria frustrazione (“con le lacrime ricatto sempre qualcuno”), allora qui in questa stanza – lontano dagli occhi di chiunque – è un sentimento inutile.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: