Esco

Alessandro era bipolare. Era nella fase ottimistica, o ascendente, e d’improvviso ci raccontò del momento più cupo di quella deprimente, quando aveva deciso di impiccarsi.
– Avevo trovato anche dove appendermi. Un chiodo sul soffitto che mio nonno usava per i prosciutti.
Be’ ma poi ti serve la corda, non è facile eh, diceva Claudio il cui imbarazzo lo portava comicamente a concentrarsi su dettagli fuori luogo.
– No avevo anche la corda, avevo tutto. – spiegò piano Alessandro come stesse parlando di bricolage. – Poi però ho pensato che mia figlia aveva le chiavi, che mi avrebbe trovato lei appeso lì.
No no, non sia mai! si affrettò a dire Claudio, d’improvviso più a suo agio dopo l’inaspettata svolta.
– Allora mi sono detto, sai che ti dico? Esco.
Insieme fece un movimento con la mano, come a dire “Mi prese così”.

 

Annunci

6 responses to “Esco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: