Estraneità

La condizione di espatriato impone una riflessione che poteva essere evitata solo finché si stava nel proprio Paese. Bisogna capire cosa, di ciò che sentiamo estraneo e diverso da noi negli altri, sia una conseguenza del loro essere italiani, inglesi o americani, e cosa sia invece una conseguenza del nostro essere estranei, su quell’aspetto, all’umanità intera.
Annunci

2 responses to “Estraneità

  • H2O2

    Io mi sono sentita meno estranea all’estero, forse l’estraneità linguistico-geografica confondeva le acque

    • ilviaggiatorenotturno

      interessante. io vedo una cosa simile nell’umorismo: capire una battuta o una barzelletta in inglese mi fa ridere molto di più che sentirla in italiano, perché aver superato la barriera linguistica è già di per sé motivo di buon umore. in un certo senso anche qui, la lingua straniera confonde le acque del “sentire” originario…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: