C’è una cosa che accomuna antirazzismo e calcolo integrale

20131207_151233
C’è una cosa che accomuna l’idea che ogni uomo abbia uguali diritti e il calcolo integrale: sono due concetti a cui io, da solo, non sarei mai arrivato. Io come nessun altro che conosca, a nessuno sarebbe bastata una vita. Sono idee a cui persone di genio – genio vero, non i nostri talentucci – sono arrivate elaborando pensieri di altre persone geniali, indietro nei secoli. Per questo mi impongo sempre di trattarle con referenza, queste idee: sia quando discuto con qualcuno di politica, sia quando faccio conti, so che l’atteggiamento giusto è non dare mai per scontati quei concetti, mai pensare di averli compresi appieno, mai smettere di interrogarli. Per questo non mi piace chi invece ci si sente troppo a proprio agio, chi addirittura si crede un intellettuale per una misera dimestichezza che deriva solo dall’abitudine al maneggiare la superficie di concetti immensamente più grandi di sé.
Io non dimentico che se fossi nato duemila anni fa non avrei neanche lontanamente immaginato che la Terra non è il centro dell’universo; non dimentico che se fossi nato cento anni fa avrei trovato il razzismo un’idea tutto sommato di buon senso. Non dimentico e non me lo perdono: ma provo ad espiare questa colpa ogni giorno, misurando da nano la mia distanza dai giganti.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: