La mia salvezza

“Restavo lì, a letto, al sicuro, e mi sentivo tranquillo. E a volte dentro di me, in un angolo tranquillo, udivo una lieve risata di scherno. La capacità di percepirla fu, credo, la mia salvezza. Nel profondo della mia mente c’era sempre una voce calma e chiara, che mi diceva di non essere patetico, di non fare il melodrammatico. Spogliati, indossa il pigiama, va’ a letto. Al mattino alzati, vestiti e fa’ quello che devi. Udivo sempre quella voce, simile a quella di mia madre”.
Andrew Solomon, “Il demone di mezzogiorno”
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: